Siria, la primavera araba continua

Voglio condividere le amare parole pubblicate oggi da una mia cara amica di origine siriana, Aya

Dov’è l’Italia che urlava per fermare la lapidazione di Sakineh?dov’è l’Italia che manifestava per Gaza? Dov’è l’Italia che era indignata per la guerra in Iraq? Dov’è l’Italia che ricorda ogni anno la tragedia del 11 settembre? Dov è quell’Italia ma soprattutto dove sono gli italiani davanti alla tragedia siriana? Il tuo silenzio ci sta uccidendo… Stiamo assistendo oggi alla rivoluzione legittima di un popolo arabo e non per un ideale religioso, politico o quel che si voglia… Ma per l’ideale di democrazia e libertà.

Image

Benché sfortunati, nei paesi arabi hanno capito meglio di noi come trovare un’identità nazionale e sfruttare i social media per farla valere: loro li usano per organizzarsi, noi solo per lamentarci. Se avessimo davvero a cuore le sorti di questo paese lo avremmo già sistemato come si è fatto con la costituzione in Islanda.
Aya, per sostenere i cittadini Siriani nella loro lunga battaglia per la libertà, ha aperto un gruppo Facebook intitolato “Vogliamo la Siria libera!”. Il gruppo da modo a tutti di confrontarsi sul tema, facciamo sentire la solidarietà dell’Italia e aiutiamo il popolo siriano a denunciare e superare questo delicato momento.

Contrassegnato da tag , , ,

Post a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: